Cerca nel blog

giovedì 18 giugno 2009

La classifica e gli studenti

Riporto un paragrafo tratto dal sito web di Repubblica relativo alla classifica dei migliori atenei d'Italia.

"Ma cos'è la qualità? Come si arriva a queste classifiche? I criteri sono quattro: la produttività, la didattica, la ricerca e i rapporti internazionali. Parole che vogliono dire tante cose. La produttività, per esempio, è anche avere pochi studenti fuori corso, e didattica vuol dire offrire agli studenti professori di ruolo, magari giovani. La ricerca si può misurare con i finanziamenti ottenuti, e per i rapporti internazionali è utile guardare quanti studenti vanno a studiare all'estero. Il metro della qualità, però, cambia se parliamo di atenei: in questo caso contano i servizi (mense e alloggi), le borse di studio, le aule, l'efficienza del Web. Misure che forse non soddisfano tutti, ma sono adottate in assoluta trasparenza."

Per chi fosse interessato all'intero articolo:
http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/scuola_e_universita/servizi/universita-pagella/atenei-classifica/atenei-classifica.html

Dalla lettura di questo paragrafo emerge la solita retorica e la presunzione di essere nel giusto tanto da sottintendere un concetto che suona così: è impossibile non condividere con i nostri fantastici criteri oggettivi, trasparenti e chiari e chi non è d'accordo è certamente in malafede.

I grandi assenti sono gli studenti: perché non si chiede loro se sono contenti del loro rapporto con i docenti (oppure se la didattica li soddisfa), se effettivamente al corso di studio segue in breve tempo il posto di lavoro, se gli atenei spendono bene i fondi assegnati.
Proporrei allora alcuni indicatori aggiuntivi, tasso di abbandono, tasso di fedeltà dalle specialistiche, tasso di attrattività delle specialistiche, deficit di ateneo, spese personale/FFO, tasso di docenti per studente e il tasso di laureati che lavorano e che svolgono un lavoro continuativo iniziato dopo la laurea a tre anni dal conseguimento del titolo...
In quasti giorni uscirà qualche utile calcolo

sabato 13 giugno 2009

Ritardi dalla logistica


Volevo segnalare questo interessante grafico preso dalla rivista limes in edicola e in libreria dal 9 di giugno