Cerca nel blog

giovedì 6 novembre 2008

Crisi Ateneo Senese AA 2008-2009

Estratto dalle "Linee guida del piano di risanamento 2009-2012" approvato dal Senato Accademico e presentato al Consiglio di Amministrazione nella riunione congiunta del 3 novembre 2008.

(...)
A fine ottobre 2008 la Commissione consultiva ha presentato, per il 2009, la previsione di un risultato economico negativo pari a circa 37 milioni e di un’ingente situazione debitoria, che nel complesso, considerando anche i debiti già accertati in precedenza, assomma a circa 157 milioni di euro.
(...)
6. Proposte
1. Nel 2009 non vengono attivate nuove procedure concorsuali per posti di professore di I e II fascia, dopo che analoga decisione è stata presa con riferimento anche al 2008
2. Si propone al Consiglio di Amministrazione di assumere analogo intervento con riferimento al personale tecnico-amministrativo
3. Con riferimento al ruolo dei ricercatori, eventuali nuove procedure sono condizionate all’acquisizione di finanziamenti ministeriali ad hoc.
4. Nel quadriennio, gli stanziamenti inerenti agli assegni di ricerca sono effettuati in ragione delle risorse acquisite dal Ministero e da fondi esterni
5. Nel quadriennio, gli stanziamenti inerenti alle borse di dottorato sono effettuati in ragione delle risorse acquisite dal Ministero e da fondi esterni
6. I finanziamenti di Ateneo per la ricerca (PAR) nel 2009 sono erogati per un ammontare pari al 50% dell’importo precedentemente previsto
7. Nel quadriennio, le risorse destinate a supplenze e contratti di insegnamento sono ridotte annualmente almeno del 50% rispetto al 2008
8. La percentuale trattenuta dall’Ateneo per convenzioni e fondi esterni viene incrementata, a fronte di migliori servizi di supporto
9. Viene fatto ricorso a tutte le forme di pensionamento anticipato dei docenti consentite dalla normativa
10. Si propone al Consiglio di Amministrazione di assumere analogo intervento con riferimento al personale tecnico-amministrativo
11. Viene esclusa la possibilità che l’Ateneo conceda il mantenimento in servizio oltre i limiti di età
12. Vengono definiti idonei meccanismi di incentivazione al pre-pensionamento.
13. A favore del personale interessato dalle iniziative di cui ai punti 9, 10, 11 e 12 vengono assicurati servizi accademici di supporto (accesso biblioteca, email, prestito librario, ecc.)
14. Individuazione di forme contrattuali di insegnamento per i docenti che cessano il servizio, tali da assicurare all’Ateneo la possibilità di contare su utili esperienze e competenze didattiche, nel quadro di una forte riduzione della spesa
15. Si propone al Consiglio di Amministrazione l’elaborazione e realizzazione in tempi rapidi di un piano strutturale per la riorganizzazione e razionalizzazione del patrimonio immobiliare e della sua destinazione d’uso, a partire dalle ipotesi già elaborate dall’ufficio competente
Le simulazioni compiute con riferimento alle iniziative che riguardano voci di spesa inerenti alla didattica e alla ricerca consentono di ipotizzare risparmi di spesa per il 2009 dell’ordine di € 6,5 milioni, al netto dell’effetto ad ora non prevedibile, degli incentivi al prepensionamento.

mercoledì 5 novembre 2008

MPS Non è tutto oro quello che luccica

Andamento del titolo MPS dal giorno dell'aquisizione di Banca antonveneta




Dal ilsole24ore on line del 24/10/2008


Gli indicatori di solvibilità al giugno 2008 secondo Mediobanca



Coefficiente
di solvibilità


Tier
I/ RWA%

Core Tier
I/ RWA %
Media big europei
12,0
8,9
6,8
Banche italiane


Banca Monte Paschi9,45,1n.d.
Banca Popolare Milano10,27,56,3
Banco Popolare9,45,6n.d
Intesa Sanpaolo9,56,65,7
Ubi Banca10,0n.d.6,5
UniCredit10,1n.d.5,5
Media nazionale
9,8
6,2
6,0


Dal ilsole24ore on line del 12/10/2008

(...)
Al peso delle acquisizioni è dovuta anche la debolezza patrimoniale del Monte Paschi di Siena. A novembre 2007, quindi quando la crisi subprime aveva già manifestato i suoi effetti potenzialmente devastanti, Mps si lancia nell'acquisizione di Banca AntonVeneta. Paga nove miliardi agli spagnoli del Santander, pur di non farsi sfuggire la grande occasione della crescita dimensionale. Ma per farlo è costretto a lanciare un aumento di capitale immediato da cinque miliardi e a programmare un piano di dismissioni che fatica a riequilibrare i ratios. Al 30 giugno, il Core Tier1 è al 5,1%. A Siena restano fiduciosi di cogliere l'obiettivo del 6% per fine anno. Ma i marosi delle ultime settimane hanno rallentato i piani previsti e inevitabilmente anche il Monte è stato colpito dal ciclone di Borsa.

venerdì 18 aprile 2008


Benvenuti,
questa è la beta test del blog intitolato Dizionario delle mutazioni. Ho deciso di intitolarlo così perché vorrei affrontare alcune tematiche relative ai cambiamenti economici che caratterizzano questo scorcio di millennio: trasformazioni dei paradigmi produttivi, identità ed esasperazione dei localismi, nuove narrazioni del territorio, industrializzazione e de-industrializzazione, post-modernità. Probabilmente si tratta di un progetto ambizioso, forse rischioso, ma vale la pena di provare. Segnalerò, di volta in volta, articoli,  libri, opinioni e recensioni, commenti e quanto altro. La scelta della Battersea Power Station non è casuale, costruita nel 1939, ha smesso di funzionare nel 1983 è la metafora delle mutazioni in atto. Buona lettura! bobo